Con l’entrata in vigore della Legge di bilancio 2019, le imprese che durante l’anno in corso licenziano dovranno versare all’INPS un contributo Naspi maggiorato di 5,45 euro in più nel 2019, vale a dire 500,79 euro per ogni anno di anzianità aziendale maturato dal lavoratore fino ad un massimo di 1.502,37 euro per anzianità uguali o superiori a tre anni.

Inoltre, nei casi di licenziamenti effettuati nell’ambito di procedure di licenziamento collettivo, l’importo del contributo raddoppia e si triplica in mancanza di un accordo sindacale.

Si fa presente che il primo versamento con gli importi aggiornati è previsto per il 18 marzo 2019.