099.4591127 - 099.4646065
·
info@studioruccoassociato.it
·
Lun - Ven 09:30-13:30 | 15:00-19:00
Contattaci

NIENTE CONTRIBUTI PER LE ASSUNZIONI DI DONNE

(Legge di bilancio 2023 – Circolare INPS numero 58 del 23 giugno 2023)

L’agevolazione nasce con la Legge di Bilancio 2021, ed è stata prorogata con la Legge di Bilancio 2023.

Parliamo dell’esonero del 100% (sino al limite di € 8.000/anno)  dei contributi a carico dei datori di lavoro che assumono donne disoccupate.

Le assunzioni agevolabili sono quelle effettuate nel periodo 1 Luglio 2022 – 31 Dicembre 2023.

L’agevolazione contributiva per le assunzioni è destinata ai datori di lavoro, comprese le cooperative, ai datori di lavoro del settore agricolo ed ai professionisti.

Le lavoratrici per le quali spettano gli incentivi sono:

  1. donne con almeno cinquant’anni di età e “disoccupate da oltre dodici mesi”;
  1. donne di qualsiasi età, residenti Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.
    (Realizzano questo requisito anche le donne che seppur impiegate abbiano avuto un contratto non superiore a sei mesi oppure part time)
  1. donne di qualsiasi età, ovunque residenti e “prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi”

Gli incentivi in esame spettano per:

  • le assunzioni a tempo determinato (lo sgravio spetta fino a 12 mesi);
  • le assunzioni a tempo indeterminato (lo sgravio spetta per 18 mesi);

L’agevolazione viene sospesa nei casi di assenza obbligatoria dal lavoro per maternità.

IMPORTANTE: Per godere dell’incentivo, l’assunzione deve realizzare un incremento occupazionale rispetto al numero dei lavoratori mediamente occupati nei 12 mesi precedenti.

Lo studio resta a disposizione per gli eventuali approfondimenti.

Torna su