099.4591127 - 099.4646065
·
info@studioruccoassociato.it
·
Lun - Ven 09:30-13:30 | 15:00-19:00
Contattaci

Obbligo della firma congiunta del contratto a termine

Ai fini del riconoscimento della legittimitĂ  del contratto a tempo determinato, il rispetto della forma scritta della clausola appositiva del termine presuppone la avvenuta sottoscrizione del contratto stesso ad opera del datore e del lavoratore in momento antecedente o contestuale all’inizio del rapporto.

Una recente sentenza ha infatti stabilito che, ai fini del riconoscimento della legittimitĂ  del contratto a tempo determinato, il rispetto della forma scritta – prevista ad substantiam- presuppone l’avvenuta sottoscrizione del contratto stesso ad opera del lavoratore in momento antecedente o contestuale all’inizio del rapporto.

Fanno eccezione solo i rapporti di lavoro di durata non superiore a 12 giorni.

In tutti gli altri casi è richiesto che le parti sottoscrittrici del contratto appongano la firma in calce allo stesso: si noti che non è sufficiente la consegna al lavoratore del documento sottoscritto dal solo datore, poichĂ© la consegna in questione – benchĂ© seguita dall’espletamento di attivitĂ  lavorativa – non è di per se suscettibile di esprimere inequivocabilmente l’accettazione della durata limitata del rapporto, ma, plausibilmente, la semplice volontĂ  del lavoratore di esser parte di un contratto di lavoro.

Torna su