099.4591127 - 099.4646065
·
info@studioruccoassociato.it
·
Lun - Ven 09:30-13:30 | 15:00-19:00
Contattaci

Dietrofront su Disabili

Il decreto Milleproroghe appena convertito ha sancito lo spostamento, al 1° gennaio 2018, dell’obbligo di assunzione di un lavoratore disabile per le aziende nella fascia 15-35 dipendenti.

Ricordiamo che  la modifica originaria (ad opera del Jobs act, sulla legge 68/1999) era scattata dal 1° gennaio scorso cancellando – in capo ai datori di lavoro privato che occupano da 15 a 35 dipendenti – la “franchigia” prevista nel previgente testo normativo, la quale consentiva loro di congelare l’inserimento di un lavoratore disabile finché non fosse stata realizzata una nuova assunzione.

Ora si torna alla normativa previgente, almeno per il 2017,  la quale stabiliva che per i datori di lavoro privati che occupano da 15 a 35 dipendenti , l’obbligo di assumere il lavoratore disabile scattava solo al momento di fare una nuova assunzione.

Dal 1° gennaio 2017 questa previsione era stata abrogata con l’effetto di anticipare l’obbligo di assunzione del lavoratore disabile entro i 60 giorni dal momento del raggiungimento della soglia di 15 dipendenti computabili.

Ora il Milleproroghe riporta indietro l’orologio:  i datori di lavoro che non avevano ancora gestito le proprie scoperture avranno quasi un anno in più di tempo, vale a dire fino al 1° marzo 2018, 60 giorni dopo che sarà scattato nuovamente l’obbligo.

Torna su